il MUSEO DELLE GENTI D’ABRUZZO in collaborazione con l’ASSOCIAZIONE A.S.T.R.A. – AMICI DEL MUSEO organizza

Corso di restauro base mobili antichi con finitura a cera e gommalacca

Chi di noi non ha un mobile antico in disuso, magari acquistato ad un mercatino dell’antiquariato o ereditato dai nonni…?! Con questo corso abbiamo la possibilità di riportalo a nuova vita e renderlo ancora funzionale…
Immaginiamo l’emozione e la soddisfazione che può trasmettere il restauro di un mobile con le nostre mani!
Nel corso di restauro mobili ogni partecipante ha un processo di apprendimento personalizzato scaturito dal tipo di manufatto e dalle problematiche che presenta.
Per garantire la continuità del corso è consigliata la partecipazione a tutte le lezioni. Vi aspettiamo!

Info e prenotazioni: entro il 14 gennaio 2018
– minimo 10 partecipanti – iscrizione 50€
arch. Valentina Antonelli
tel. 3452244886 | mail: arch.antonelli@hotmail.com

Costo: 140€ al mese (18 lezioni)
Periodo: dal 24 gennaio al 23 marzo 2018

Frequenza: mercoledì e venerdì 9.30 – 12.30
oppure mercoledì e venerdì 16.30 – 19.30

Programma

2 lezioni teoriche: nozioni base della storia del manufatto ligneo; teoria e terminologia del restauro con considerazioni sui significati dei termini d’uso frequenti (Conservazione – Prevenzione – Salvaguardia – Restauro – Manutenzione – Reversibilità – Riconoscibilità); fasi del restauro; visita al Museo con particolare attenzione ai manufatti lignei.

8 lezioni: pratica del restauro.

3° domenica di febbraio: visita ai mercatini dell’antiquariato di Ascoli Piceno con 180 espositori di antiquariato, collezionismo, modernariato e artigianato. Obiettivo: iniziare a distinguere “Antico – Vecchio” e riconoscere le diverse tipologie di legno, e quindi… ACQUISTARE CONSAPEVOLMENTE!

8 lezioni: pratica del restauro.

Corso di Restauro

SCARICA LA LOCANDINA

“L’arte del restauratore richiede un ingegno speciale, che non è certamente comune… perché di rado gli artisti abili e di rinomanza si sono dedicati a questo genere di lavoro”
Antoine Chrysostome Quatremère de Quincy (1832)