RITI E MITI

15 Gen

RITI E MITI

Storia dell’arte contemporanea al Museo delle Genti d’Abruzzo

a cura di Ivan D’Alberto e Sibilla Panerai

8 mercoledì dalle 21,00 alle 22,30 – inizio corso 21 febbraio 2018

Museo delle Genti d’Abruzzo, Via delle Caserme, Pescara


Un corso di storia dell’arte contemporanea che prende spunto dal tesoro etno-antropologico del Museo delle Genti d’Abruzzo, intrecciando tradizione e innovazione. Folclore, tradizioni popolari, leggende, misteri e riti religiosi, verranno indagati attraverso le opere degli artisti contemporanei, dando vita ad una commistione inedita e nuova della storia dell’arte. Un percorso visivo attraverso immagini, videoclip, pubblicità, film e citazioni in grado di accendere l’immaginario.

– Feticci, idoli e simulacri: dalle pupazze folcloristiche alle «bambole» di Hans Bellmer

– La pantafica, lu mazzemarelle, lu mort ca‘ rfiurisce: mostruosità mutuate nella comunicazione visiva contemporanea

– Le relazioni tra l’iconografia sacra degli ex-voto, l’universo estetico dei tatuaggi e l’inquietante mondo dei freak

– Archeologie contemporanee: dalle latrine ostiensi alle installazioni di Haim Steinbach passando per Daniel Spoerri, Jeff Koons,

XRirkrit Tiravanija e Ai Weiwei

A cura di Ivan D’Alberto

– Glocal: arte locale di respiro internazionale

– Arte e tradizioni popolari: la Performance Art tra ritualità e innovazione

– Il Codice da Vinci e gli altri: leggende e segreti nascosti nei quadri

– Magia nell’arte. Esoterismo e misteri nell’arte contemporanea

A cura di Sibilla Panerai

Costo: 50,00 Euro


Info e prenotazioni:

CAPPA – Centro diArchiviazione ePromozione dellaPerformingArt, organizzazione per la ricerca e la valorizzazione dell’arte contemporanea

contacts: cappa.artecontemporanea@gmail.com

 

Add Your Comments

Your email address will not be published. Required fields are marked *

Logo

Chi siamo

Il Museo delle Genti d'Abruzzo di Pescara, articolato in 13 grandi sale espositive, traccia la storia dell'uomo in Abruzzo dal suo primo apparire come cacciatore paleolitico fino alla rivoluzione industriale ed alla conseguente cesura del millenario rapporto e adattamento economico e culturale con l'ambiente caratterizzato prevalentemente da montagne.

Ottieni una consulenza

Contattaci

X
X
X
X
X
X
X